Nico Orengo – Il Salto dell’Acciuga

Progetti Universitari

Questo slideshow richiede JavaScript.

Libro visivo “Il salto dell’acciuga” di Nico Orengo.

Questo progetto è stato realizzato per il corso di Laboratorio di Sintesi Finale(A.A. 2012/2013) tenuto dai professori Mario Piazza, Marco Pea e Luca Pitoni presso il Politecnico di Milano.

Per questo corso ho dovuto analizzare il libro di Nico Orengo, Il Salto dell’Acciuga e realizzare un libro visivo che ne esprimesse il contenuto.

Il libro assegnatomi più che raccontare una storia è un insieme di pensieri, riflessioni e ricordi. Perciò nel mio progetto ho voluto rendere questa sensazione di ricordo usando le polaroid, che il lettore attraverso le impressioni che ha leggendo assocerà a suo piacimento.
Per suggerire al lettore l’azione di associare le foto al testo ho creato degli spazi appositi dedicati alle foto tra i testi.

Queste riflessioni potevano essere suddivise in tre fili conduttori: ricordi dell’autore di tre pescatori e delle loro storie, riflessioni sulla storia del sale e dell’acciuga e ricordi dell’autore sulle sue esperienze personali riguardo alle acciughe e alla ricerca di informazioni a riguardo.

Per evidenziare l’esistenza di questi tre fili conduttori ho usato appunto tre fili: il rosso rappresenta i capelli rossi di Olga sorella di uno dei tre pescatori, il filo grigio vuole ricordare lo spago da cucina e rappresenta i ricordi dell’autore che spesso parla di cene o di ricette e quello blu rappresenta invece proprio la storia dell’acciuga e del sale. Attraverso questi fili voglio evidenziare come questi pensieri sebbene siano distinti tuttavia si intrecciano e sono strettamente collegati l’uno all’altro.
 

This project was realized for the Laboratory of final summary course (academic year 2012/2013) kept by Mario Piazza, Marco Pea and Luca Pitoni at Polytechnic of Milan.

In this course I had to analyze a Nico Orengo’s book, “Il salto dell’acciuga”, and realize a visual book that express the subject.

This book was like a stream of consciousness, a combination of memories, reflections and thoughts; the book isn’t divided in chapter but it’s split in very short texts. In my project i wanted to underline this sensation of memory using the polaroid, that the reader through the impression he has during the read he will associate to his liking.

To suggest to the reader to associate the photo to the text, I created some spaces dedicated to the photos between the texts.
All the short texts could be divided in 3 themes: the author’s memories about the 3 fisherman and their stories, considerations about the history of the salt and the anchovy and author’s memories about his personal experience with the anchovies and the research of information about it.

To underling the existence of this 3 themes i used three filaments: the red one represents the red hair of Olga, sister of one of the three fisherman, the grey one wants to remember the kitchen cord and it represents the author’s memory that often writes about dinner and recipe and the blu one represents the history of acciuga and the salt. Through these filaments I want to underline as these thoughts are separated but even straight connected to each others.

 

Annunci

Revival – Studio dei caratteri classici ripresi in chiave moderna.

Progetti Universitari

Questo slideshow richiede JavaScript.

Analisi dei Revival dei caratteri tipografici classici.
Questo progetto universitario è stato realizzato assieme a Elisa Riva e Marco Saporiti per il corso di Type Design (A.A. 2011/2012) tenuto dal professor James Clough al Politecnico di Milano. Abbiamo analizzato alcuni caratteri classici che sono stati adattati per la stampa moderna; ad esempio il Bembo è un carattere realizzato da Francesco Griffo nel 1495, ma quello correntemente usato è del 1929 disegnato da Stanley Morrison. Il libro è diviso in tre parti, alle quali corrispondono le tre famiglie di carattere di cui ci siamo occupati: romani, onciali e gotici. Ogni parte ha una introduzione generale alla famiglia dei caratteri. Nelle pagine successive vengono analizzati i vari caratteri specifici, per ognuno dei quali abbiamo fatto prima un breve excursus storico e in seguito una loro analisi morfologica.. I caratteri per cui è stato più difficile trovare informazioni al riguardo sono stati quelli onciali, per i quali si trovano molte informazioni sulla famiglia in generale ma pochissime sui singoli caratteri.
This university project was realized in collaboration wit Elisa Riva and Marco Saporiti for the course Type Design (academic year 2011/2012) lead by professor James Clough at Polytechnic of Milan. We analyzed some classic type font that was adapted for the modern print; for example the Bembo font was realized by Francesco Griffo in 1495, but nowadays we used one created in 1929 designed by Stanley Morrison. The book is divided in three parts; in each part we analyzed a different family of type font: roman, Uncial and gothic. Each part has a general introduction to the family of the type. After, each type of fonts is analyzed singularly, each one of them has a short historical excursus and a morphological analysis. It was very difficult find information about the uncial types, we found a lot of information about the family but very few for the single character.

‘900 il secolo breve

Progetti Universitari

Questo slideshow richiede JavaScript.

Libro visivo sugli eventi avvenuti nel corso del XX secolo.

L’elaborato, intitolato “’900 il secolo breve”, consiste in un libro/timeline che copre l’arco di tempo dal 1900 al 2011.

Nel libro si tratta di eventi storici riguardanti tre tematiche differenti: arte e spettacolo, storia e tecnologia. A ogni tema è assegnato un colore per distinguere le tre timeline. Il libro è diviso in brevi capitoli che corrispondono a ciascuna decade del secolo.

This work paper, entitled “’900 il secolo breve” [tr. “’900 the short century”], consist in a book/timeline that cover the time between 1900 and 2011.In the book the events are divided in three different themes: art and show, history and technology. To each theme is assigned a different color to defined the tree timeline. The book is divided in short chapters that correspond to each decades of the century.